Aprire una posta privata

aprire poste private

Dall'anno 2011 lo stato ha aperto questo settore alla libera imprenditorialità privata.
Un liberalizzazione che rende oggi possibile aprire una posta privata e grazie soprattutto alle reti private già attive, aprirla con un investimento alla portata di molti. In maniera sintetica e chiara vediamo come fare...


Aprire posta privata - cosa serve

La scelta della location sarà il primo passo. Non importa se vicino c'è già un ufficio di Poste Italiane. Il vantaggio concorrenziale delle agenzie private è quello di offrire un servizio più rapido a pari costo rispetto all'ex monopolista.

La licenza: per operare è necessaria l'autorizzazione generale dell'Autorità competente o richiedere una licenza individuale che permette di fornire i seguenti servizi (in collaborazione anche con le poste pubbliche):

  • gestione, accettazione, trasporto, smistamento e distribuzione di plichi di peso superiore ai 2 kg;
  • distribuzione di pacchi con peso superiore ai 20 kg

 

Aprire poste private - Iter e requisiti

Per aprire un posta privata è necessario richiedere l’autorizzazione al Ministero dello Sviluppo Economico, inviando la richiesta al Dipartimento delle Comunicazioni.
Ottenuta l'autorizzazione sarà necessario:

  • aprire Partita Iva;
  • effettuare l'iscrizione nel Registro delle imprese presso la Camera di Commercio;
  • iscrizione INPS e INAIL
  • dichiarare l'inizio attività al Comune di competenza

 

Posta privata - quanto costa

Come ogni attività imprenditoriale si possono elencare solo i costi fissi imprescindibili e stimare i costi variabili.

Costi fissi

  • 90/110 € a titolo di diritto camerale anticipato
  • circa 40 € per i bolli e i diritti di segreteria
  • almeno 100 € mensili per l’assistenza di un professionista
  • 582,00 € per la licenza individuale
  • 290,00 € come contributo annuale per controlli e verifiche, da corrispondersi entro un mese dalla consegna della licenza e poi annualmente

Costi variabili

  • affitto locale (almeno 450 euro mensili)
  • utenze
  • arredamento, macchinari informatici e attrezzature (minimo dai 7.000/10.000 euro)

 

Posta Privata - Franchising

Come già detto, il franchising è stato un grande propulsore per la diffusione sul territorio nazionale di questa nuova attività grazie a diversi fattori; presentiamo i più significativi:

  • è comunque necessaria un formazione se non si possiede esperienza nel settore, e il franchisor la fornisce da contratto;
  • la rete fornisce competitività, struttura, vantaggi e procedure che il singolo avrebbe più difficoltà a raggiungere;
  • operare sotto un'insegna conosciuta e comune si da alla propria agenzia più credibilità verso il potenziale cliente;
  • i costi di avvio e di gestione sono più contenuti poichè il network permette di spalmare i costi fissi.

I costi di ingresso che in genere vengono richiesti oscillano dai 2.000 euro per pacchetti base che includono l'ingresso nella rete, la formazione e il gestionale per operare, fino ai 25.000 € per pacchetti chiavi in mano comprensivi di arredamento, attrezzatura, gestionale, formazione, lancio pubblicitario e assistenza.
Per visionare e ricevere un preventivo per l'affiliazione dai marchi in franchising che operano nel settore visita la categoria Poste Private cliccando qui.