POSTE PRIVATE IN FRANCHISING

Con il decreto legge 261/99 è stata avviata un innovazione senza precedenti nel settore delle spedizioni postali italiane. Con tale riforma, completatasi con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Legislativo 31 marzo 2011, n. 58 è stata concessa la possibilità ad aziende private di entrare nel settore postale che prima del decreto era in gestione esclusiva delle Poste Italiane.
Questo significa che oggi aziende private possono fornire la stessa gamma di servizi erogati da Poste Italiane, mantenendone il medesimo valore legale e funzionale.

L’apertura del settore postale ai privati è stata avviata con l’obiettivo di elevare la concorrenza nel mercato al fine di ottenere una diminuzione del prezzo del servizio, un ampliamento della gamma dei prodotti offerti, una maggiore trasparenza e personalizzazione del servizio al cliente. Inoltre l’apertura di centri postali privati permetterà la copertura globale di tutte le aree garantendo al cittadino uno sportello spedizioni in tutte le città. Il mercato postale grazie a tale riforma si stima aumenterà il suo giro d’affari segnando la nascita di nuovi gruppi imprenditoriali che gestiranno la propria rete in forma franchising.

Al franchising postale è affidato il rilancio del servizio che con l’avvento delle nuove tecnologie ha segnato un calo delle spedizioni tradizionali per volgere il proprio lavoro verso un ampliamento dei servizi offerti al cliente e fruiti dall’utente per via telematica. Si pensi per esempio al pagamento delle bollette con carta di credito direttamente dal pc o all’invio di telegrammi per via telefonica.

L’ingresso del franchising nel mondo delle poste ha introdotto un metodo di lavoro moderno, più vicino al cliente e maggiormente attendo alle sue esigenze, attenzioni che le aziende di stato, visto la loro grandezza non erano in grado di offrire. Il servizio postale in franchising ha l’indiscusso pregio di poter offrire un prodotto evoluto ed efficace. I centri postali in franchising possono avere struttura più snella ed efficiente in contrasto con la burocrazia tipica degli enti statali.
Il mercato dei servizi postali è attualmente un business che non conosce crisi, frutto di servizi con validità legale ai quali il cittadino non può rinunciare. Considerando in Italia una popolazione di 60,80 mln di persone si può considerare un utenza potenziale di tale calibro, un mercato che spinge il mondo del franchising ad entrare nella gestione dei servizi in forma di network postale privato.
Si stima che il business potenziale della sola posta raccomandata da spartire tra le aziende del mercato privato possa aggirarsi attorno ad un fatturato annuo di ottocentomilioni di euro. A questa cifra vanno aggiunti tutti i ricavi derivanti dalle altre tipologie di spedizioni e gli incassi dovuti a tutti i servizi accessori prestati.